Blog: http://ilblogdellacosa.ilcannocchiale.it

Quanti mazzi di carte da gioco esistono in Italia (o esistevano quando ancora si giocava a carte)



Parlando di mazzi di carte carte da gioco:

"L'Italia dei paesi, dei campanili, dei principati, delle province, delle tante piccole patrie, la nostra amata astrazione geostorica ha prodotto, usato e coltivato una notevole varietà di sottotipi, e non solo del tipo latino. Difficile dire se oggigiorno di questa peculiarità rimanga ancora molto, o pochissimo, a livello di coscienza nazional-popolare... La televisione non ce ne parla mai, ne sappiamo poco. La Dal Negro, rinomata ditta trevigiana, ha in catalogo una scatola contenente ciò che, mazzo più mazzo meno, è rimasto di questa plurisecolare folla cartacea. Sono 16 mazzi di carte. Stanno li nella scatola, senza presentazioni e/o inquadramenti critici. Ma in effetti si presentano da soli: un campionario d'immagini che è una vera sagra di stampe popolari, abbondante di folkloriche raffinatezze. Troviamo carte con tutti i tipi di semi, con indici o senza (le triestine e le sarde sono tutte indicizzate numericamente, anche le figure), a figure intere o raddoppiate, con i «motti» e non, di formati differenti (le più piccole sono le bresciane, le più grandi le toscano/fiorentine), le siciliane, le lombardo/milanesi, le sarde e le sali-sburghesi hanno disegnini supplementari; ci sono le più diffuse che sono le napoletane e le piacentine; la maggior parte sono 40 per mazzo ma le bresciane e le trentine sono 52, e le trevisane, con due matte, 54...Ma facciamo un minimo d'ordine. Tipo italiano: trevisane, trentine, triestine, bergamasche, bresciane. Tipo spagnolo (i bastoni sono delle clave, e le spade dei gladii): piacentine, romagnole, napoletane, siciliane, sarde. Tipo francese: piemontesi, lombardo/milanesi, genovesi, toscano/fiorentine. Come rappresentante del tipo tedesco troviamo un mazzo di carte salisburghesi, varietà della varietà bavarese, ancora ben diffuse in Alto Adige. Poi troviamo la Primiera bolognese, che sarà pure di tipo italiano, ma forse più di tutti gli altri mazzi presenta l'aria di un romantico alieno.., come di una zingara fuggita dal Paese dei Tarocchi!"


Dario Bonomolo, Dizionario dei giochi carte e tasselli, Editori Riuniti, 1995

La foto è tratta da http://emiliotremolada.wordpress.com/.

Pubblicato il 27/6/2011 alle 0.9 nella rubrica Italianio ci sarà lei!.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web