.
Annunci online

ilblogdellacosa Le cose hanno un fascino misterioso
disegni quotati
post pubblicato in Architettura, il 18 ottobre 2008


solo in questo nostro regime di vita, economico e di contestazioni di ogni genere, i disegni di architettura son tanto quotati, debbono servire di controllo al lavoro e al contratto con tanti nostri esecutori senza vocazione, eterogenei ed impreparati ed economicamente in cattiva fede: nei regimi artigianali, d’amore d’artte e di buona fede (la così detta regola d’arte) i disegni avevano poche o niente cifre, ma quella brava gente vocata per severa selezione di mestiere e di bottega d’arte, li sapeva capire e leggere da artista, con l’esattezza dell’occhio dell’arte

anche ora quando so di incontrarmi con chi dico io (con uno di quelli – sono artigiani , sono operai – che capiscono un certo nostro linguaggio: quello dell’occhio e dei sensi) io metto un po’ da parte i disegni quotati (quelli che servono per chi non capisce o tende ad imbrogliarmi sul lavoro) e faccio degli schizzi e parlo un altro linguaggio, un beato gergo di gesti e di certe parole ed allusioni saporite, e godo a sentire che ‘altro ha gusto oltre che intendimento per questo dialetto segreto e che farà addirittura meglio di quel ch’io voglio e che non ha bisogno di sapere di “quanti centimetri” è una cosa per farla lui al millimetro

Giò Ponti, Amate l’architettura, 1957

Sfoglia settembre        novembre